Fratellini venduti dalla madre nel corso di riti esoterici: udienza preliminare rinviata al 17 dicembre

FOGGIA. Rinviata al prossimo 17 dicembre, per un difetto di notifica, l'udienza preliminare in corso di svolgimento presso il Tribunale di Foggia per le presunte violenze sessuali perpetrate in danno dei due fratellini di Zapponeta di 11 e 14 anni. Secondo l'accusa la madre avrebbe costretto i propri figli ad avere rapporti sessuali con alcuni clienti nel corso di riti esoterici. Sette gli imputati i attesa di giudizio, accusati, a vario titolo, di violenza sessuale di gruppo, atti sessuali con minori e sfruttamento della prostituzione. Era il 18 settembre scorso quando gli agenti della squadra mobile di Foggia arrestarono la "mamma strega" ma anche il nipote della donna ed un amico di famiglia. Coinvolto nella vicenda anche un professionista ed ex politico locale.

 

 Nell'occasione venne denunciato per favoreggiamento il padre dei due fratellini, che non si era mai opposto alle brutalità che avvenivano all'interno della sua abitazione

La vicenda: Foggia, fratellini violentati dalla mamma: coinvolto anche ex politico

Madre faceva prostituire i figli durante riti esoterici. Quattro arresti

Tatiana Bellizzi 3 dicembre 2008