Panorama, La setta della porta accanto: video delle testimonianze

 

GUARDA LE TESTIMONIANZE VIDEO

 FONTE: PANORAMA

Bambini costretti a fare docce fredde con gli occhi sbarrati rivolti verso il getto dell’acqua. Picchiati con schiaffoni, pedate, mestoli in legno, cinture e bastoni. Rinchiusi dentro stanze buie, legati per giorni interi al letto o al termosifone. Obbligati a mangiare il proprio vomito, i propri escrementi, o quelli dei maiali.

Trascinati con la testa dentro il water per poi tirare lo sciacquone. Messi dentro una buca e ricoperti di terra fino al mento. Forzati a pregare o scrivere il rosario per tutta la notte senza dormire. Spinti a lavorare dalla mattina fino a tarda sera al fianco degli adulti. Tutto ciò al fine di combattere e sconfiggere il demonio per salvare la loro anima. È il risultato di una inchiesta esclusiva di Panorama che nel numero in edicola venerdì 14 maggio racconta, con l’ausilio di fotografie e filmati esclusivi, quanto accade da vent’anni a questa parte all’interno di una comunità collocata in alcuni paesi della provincia di Brescia: Muscoline, Gavardo, Prevalle, Caino, Manerba del Garda.

Una vera setta, la setta della porta accanto, con al vertice una donna di 53 anni, la santona, molto conosciuta negli ambiti parrocchiali e religiosi di tutta la Lombardia per i suoi presunti poteri taumaturgici: Fiorella Tersilla Tanghetti. È questa la tesi su cui da anni lavorano i carabineri e la procura di Brescia. Una indagine condotta nel riserbo più assoluto, con investigatori scelti ad hoc e procedure speciali per la trasmissione dei documenti negli uffici giudiziari. Panorama è in grado di rivelare in esclusiva quanto segue: il pubblico ministero Alberto Rossi, dopo aver vagliato il rapporto dettagliato e preciso degli uomini dell’Arma, ha firmato la conclusione delle indagini preliminari e inviato un avviso di garanzia alle 18 persone ufficialmente indagate.

I reati contestati vanno dall’associazione a delinquere al sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli, abuso dei mezzi di correzione. Secondo gli investigatori ci troviamo di fronte a una organizzazione malavitosa che ha scientemente adescato, soggiogato e sfruttato persone deboli e indifese per creare un impero economico e per arricchirsi. Isolati, privati di ogni contatto con il mondo esterno, succubi del carisma della santona che li sottopone a quotidiani lavaggi del cervello, gli adepti sono convinti di agire in nome di Dio e della Madonna.

La catechesi della Tanghetti, che quando nasce il figlio David lo presenta alla setta come l’eletto che dovrà sconfiggere l’anticristo, è che il frutto del loro lavoro e del loro sacrificio serve a costruire un bunker all’interno del quale troveranno riparo solo i più meritevoli nel momento imminente del catastrofico scoppio della terza guerra mondiale. Basta solo dubitare della sua parola divina e si rischia di passare per indemoniati, con conseguenze fisiche e morali devastanti.

FONTE PANORAMA 17 MAGGIO 2010